La situazione di emergenza dovuta alla diffusione del Coronavirus ha stravolto le vite di tutti. Molti settori sono stati colpiti dagli effetti della pandemia, alcuni più di altri e, in particolare, il settore del Retail. Dalla chiusura dei mercati asiatici a quelli europei, sono stati mesi di completa incertezza.

Adesso che stiamo imparando a convivere con il Covid-19, vediamo come molti processi che solo nove mesi fa ci sembravano inimmaginabili, si stanno sviluppando con una rapidità impressionante. All’interno di questo scenario surreale, gli e-commerce sono diventati il punto di riferimento per il settore B2C, ma cosa possiamo dire riguardo al B2B?

Per andare incontro a buyer, wholesalers, store manager e visual manager, la risposta vincente è stata la messa online in tempi record di Virtual Showroom.

Cos’è il Virtual Showroom

 

Lo Showroom Virtuale è un potente strumento di marketing pronto a rispondere a molte esigenze di business, che fonde tecnologie digital e visual, grazie alla creazione di diverse interfacce e l’utilizzo della realtà aumentata.

Uno strumento “a distanza” capace di creare empatia ed emozionare chi lo utilizza, in cui si manifesta un nuovo storytelling, dove le aziende presentano in prima persona i nuovi prodotti, ne enfatizzano i punti di forza e ne descrivono le caratteristiche che li contraddistinguono dalla concorrenza, instaurando un legame con l’utente, in questo caso con gli agenti.

Da necessità a opportunità

 

I Virtual Showroom non sono una moda passeggera: sono un nuovo potente strumento di comunicazione, che azzera, prima di tutto, i confini fisici imposti dal distanziamento sociale. Ma non solo!

In un mondo proiettato verso il futuro, questi strumenti offrono numerosi vantaggi che prescindono dal fattore Covid, come l’aumento della visibilità di un brand, e l’ottimizzazione di un’assistenza customizzata ed esclusiva per ogni cliente. 

Elencate tutte le caratteristiche degli Showroom virtuali, la domanda da porsi è:

Riuscirà il mondo del Retail a gestire la digitalizzazione del settore B2B con la stessa cura ed efficacia con cui gestisce il B2C?

Augurando un sì come risposta alla domanda appena posta, possiamo riassumere in più punti le opportunità che offre lo Showroom virtuale:

 

  • Assicura il social distancing
  • Velocizza il processo di digitalizzazione
  • Ottimizza la gestione delle vendite
  • Vanta un risparmio economico

 

e garantisce:

 

  • Dati analitici dei risultati di vendita
  • Maggiore velocità per il riordino dei prodotti
  • Accesso da ogni dispositivo: desktop, tablet o smartphone
  • Possibilità modulari illimitate grazie alle implementazioni di funzionalità custom

 

In questo scenario, come agenzia, abbiamo contribuito alla realizzazione di alcuni prodotti per i marchi di abbigliamento ottod’Ame e Même Road, per TNS Firenze, legato alla cosmetica, e per altri brand di alta moda italiani.

Come?

Abbiamo realizzato dei portali online, con accesso privato destinato agli agenti e sviluppati in più modalità custom-made, per rispondere alle diverse esigenze di mercato, ciascuna con le sue peculiarità e focus: eventi, video, e-commerce. 

Fashion Virtual Showroom made by RAD
Fashion Virtual Showroom made by WE RAD.

Hai bisogno di una soluzione custom per la tua azienda?

Contattaci

Per vedere il progetto nel dettaglio sfoglia il nostro Case History:

Special Project: Virtual Showroom