Il cambiamento è ed è sempre stato una costante. Le aziende stesse nascono, crescono e adattano il proprio business alle esigenze del mercato. La tua azienda? Se sei qui quasi sicuramente è perché sei in cerca di un cambiamento. Prima di continuare la tua ricerca devi sapere una cosa importante e spesso sottovalutata:

la brand identity di un’azienda deve rispecchiare la naturale evoluzione dei suoi creatori e l’evolversi delle proprie esigenze. Se fino ad oggi pensavi che bastasse un bel logo e qualche frase ad effetto, ora stai per scoprire quanto ti sbagliavi e conoscere la verità!

Ad oggi non è tanto importante coordinare l’immagine ultima, quanto il processo che ha portato a tale immagine. Ti faccio un esempio semplice: un pittore non dipinge sempre lo stesso quadro ma la sua mano rimane comunque riconoscibile. Sto cercando di farti capire che oggi per un’azienda, proprio come per il pittore, è possibile mantenere un’identità propria grazie alla varietà dei supporti e delle tecniche di comunicazione attuali che ci danno la possibilità di far evolvere il concetto di immagine coordinata da statica a dinamica.

Quali sono le caratteristiche di una brand identity dinamica?

Voglio svelarti anche tre cose fondamentali che ti aiuteranno a capire cosa c’è dietro ad una brand identity dinamica:

  • La tipografia: le forme dei caratteri tipografici sono come ogni altro segno, legate all’evoluzione della società e dei suoi costumi. Sono capaci di trasmettere emozioni ed evocare sensazioni; quindi in fase di Analisi e Art direction non sottovalutarne l’importanza né tantomeno il valore sociale attribuito alla forma.
  • La palette colori: proprio come fanno le immagini, anche i colori parlano un loro linguaggio. Non c’è bisogno che ti sveli molto, ti dico solo che per noi di Rad, la palette colore è una componente importante del codice genetico della brand identity dinamica. E ho praticamente detto tutto!
  • Le icone: hai notato che ci accompagnano ormai durante l’arco di tutta la giornata. Lo sai Perché? Perché facilitano i percorsi visivi, aiutano l’intuito di chi le osserva a capire come reagire, abbattono le barriere linguistiche. Non a caso sono così importanti per i giochi olimpici e non a caso vengono ridisegnate ogni 4 anni assieme al logo! Si lasciano riconoscere e scandiscono abitudini…in poche parole semplificano la vita. Usale!

Ora se vuoi, puoi approfondire l’argomento qui oppure possiamo parlarne insieme, contattaci pure se ti va farlo, e ricorda che la tua brand identity è più importante di quanto pensi, non perdere mai di vista l’obiettivo: devi essere riconoscibile, sempre, ovunque.

Naming

Il naming è quella pratica di marketing che definisce il nome per un brand che riesca a risaltare tra la concorrenza e restare ben impresso nella memoria del pubblico.

Il nome è scelto per fornire e rafforzare un’immagine ben definita e coerente. Non si tratta solo di una scelta estetica ma anche di posizionamento del marchio.

Un brand o un prodotto non possono esistere senza un nome: è il primo passo verso una storia di successo!

Logo Design

Il logo, forse ancor più del naming, è l’immagine che resta impressa nella mente della gente.  Rappresenta l’azienda o il prodotto e ne da un’identità visiva descrittiva, per questo il logo dev’esse progettato per definire al meglio il concept in maniera semplice, originale e funzionale rispetto agli obiettivi del brand.

In un logo ben progettato confluiscono gli elementi che caratterizzano il brand ed è il primo impatto che il pubblico ha con la visual identity dell’azienda.

L’identità visiva è quel sistema di simboli, colori e immagini che determinano la percezione del brand da parte del pubblico.  Riguarda il mezzo o i mezzi visiviattraverso i quali il messaggio dell’azienda viene veicolato.

Ogni visual identity deve favorire l’efficacia comunicativa, la riconoscibilità del brand e comunicare il sistema di valori offerti al pubblico.

Manuale di Immagine Coordinata

La visual identity si declina in ogni elemento proprio del brand. Per questo anche l’immagine coordinata deve seguire le stesse indicazioni fornite dall’identità visiva attraverso un manuale di stile.

Questo include elementi come: loghi declinati, forme e colori istituzionali, tipografia, schemi di presentazione grafica dei documenti cartacei e digitali, stile e design dell’abbigliamento, dei mezzi e dei locali riconducibili all’azienda e dei gadget, modalità di comunicazione promozionale e commerciale.

Coordinato Cartaceo e Digitale

Se il brand produce un qualsiasi tipo di materiale aziendale questo deve seguire le linee guida della brand identity. Ad esempio: carta intestata, cancelleria, buste coordinate, biglietti da visita, cartelline, blocchi per appunti, segnaletica interna, tessere di riconoscimento, locandine per comunicazioni, coordinato social network, coordinato per affissione, brochure, sito web, packaging, cataloghi e firme email.

BRANDO

Brando è l’assistente digitale per la comunicazione. È un prodotto di We RADrivolto a tutte le realtà che hanno bisogno di vedere la propria identità coordinata su tutti i media, organizzando più team e persone in modo intelligente.

Puoi accedere online ovunque e in qualsiasi momento al portale che contiene tutti gli elementi per archiviare e coordinare in totale sicurezza la comunicazione del tuo brand.